Colloquio di lavoro: ecco i 9 errori più comuni che commettiamo

Durante il colloquio di lavoro: l’abbigliamento, il poco interesse ed un profilo social imbarazzante sono tra gli errori più comuni che commettiamo.

I selezionatori più esperti non valutano soltanto le competenze e la professionalità che mostri durante un colloquio, ma tanti elementi che, in silenzio, dicono molto di te.

colloquio

Ecco gli errori da evitare per avere un colloquio di successo:

9. Controllare di continuo il cellulare
Questa malsana abitudine spopola nella vita quotidiana, qualsiasi persona si abbia di fronte. Durante un colloquio di lavoro è fatale, perché guardare il telefono invece dell’interlocutore viene interpretato come mancanza di interesse e maleducazione. Se poi dimentichi il telefono acceso o rispondi… addio al posto!

8. Farsi accompagnare
Se vai a un colloquio di lavoro sei almeno maggiorenne. Farti seguire dalla “mammina” o da una processione di amici o parenti trasmette l’immagine che tu sia poco sicuro ed indipendente. Nessuna azienda cerca un candidato del genere.

7. Vestirsi a caso
Persino se ti rechi a un colloquio per fare l’istruttore in palestra è sconsigliato presentarti in tuta e scarpe da ginnastica. Lavora sull’immagine, scegliendo capi che ti facciano sentire a posto ma siano in linea con il profilo richiesto.

6. Non informarsi sull’azienda
Prima di andare ad un colloquio documentati sull’azienda: su cosa fa e come lavora. Non faresti bella figura a non sapere nemmeno come si chiama o in che ambito opera. Passeresti per uno che è impreparato e poco interessato.

5. Non porre domande
Si chiama colloquio perché non è un monologo. Non limitarti ad asserire a tutto ciò che dice il selezionatore perché temi di interromperlo o non sai che dire. Fare domande, ovviamente pertinenti, è segno di interesse e di risolutezza.

4. Copiare la lettera di presentazione
Una lettera di presentazione può farti guadagnare molti punti, manifestando il tuo interesse per il lavoro e comunicando al meglio te stesso, purché sia ben redatta! Deve essere specialistica e mirata, pertanto evita di fare il “copia&incolla” con quelle che trovi online.

3. Portare il curriculum standard
Presentarti a tutti i colloqui con lo stesso curriculum è inutile. Non devi attribuirti competenze o esperienze inesistenti, ma è bene che ogni volta tu lo riveda affinché si allinei il più possibile con il profilo e i requisiti richiesti dall’azienda.

2. Comunicare male
Se sei timido, prima del colloquio prepara una presentazione a casa. Deve essere sintetica, dal lessico curato e coinvolgente. Impara a raccontare chi sei, cosa cerchi e le tue esperienze passate, curando il linguaggio verbale e non verbale.

1. Trascurare la reputazione digitale
Attento alle informazioni reperibili su di te sui social e “googolando”. Oggi i selezionatori non si accontentano del curriculum e di quello che racconti, ma alla fine fanno sempre delle ricerche online per vedere cosa salta fuori! Una cattiva reputazione digitale cancella in un attimo il miglior esito di un colloquio.

cliccalavoro_button (1)
Commenti
  1. Giorgio Straforini

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies