Il mio sogno è lavorare alle Canarie: quali sono le strade che posso percorrere?

Clima mite, mare da cartolina, buoni servizi e un costo della vita conveniente. Con queste premesse non stupisce che andare a lavorare alle Canarie sia diventato il sogno di molti. E per fortuna è assolutamente realizzabile.

Il turismo
A fronte di tanti vantaggi, bisogna considerare che negli ultimi anni il tasso di disoccupazione delle Canarie è purtroppo cresciuto. Il turismo è un settore che invece non conosce crisi ed è quello che offre maggiori possibilità d’impiego. Le opzioni sono diverse: dalla ristorazione alle strutture ricettive, dai corsi di sport (in prevalenza acquatici) ai negozi. Soprattutto chi conosce le lingue può trovare lavoro con discreta facilità. Oltre a spagnolo e inglese è molto richiesto anche il tedesco a causa di una massiccia presenza di turisti provenienti dalla Germania. La strategia migliore è recarsi direttamente sul posto, preferibilmente tra maggio e ottobre e cioè in bassa stagione. È indispensabile portare un buon curriculum tradotto in spagnolo e prediligere le isole maggiori o comunque le aree costiere.
In questo ambito lo stipendio medio è di circa 1000€, ma servizi e beni di largo consumo sono decisamente più economici che in Italia.

Altri settori
Non per forza si deve rivoluzionare la propria carriera da cima a fondo per trasferirsi alle Canarie. Sono molte le competenze spendibili, a patto di avere una discreta conoscenza della lingua spagnola. Grazie al turismo il settore immobiliare e quello delle costruzioni sono in costante crescita e offrono quindi buone opportunità. Lo stesso vale per quello dei trasporti e dei servizi in genere.
Chi ha conoscenze tecniche può senz’altro sfruttarle nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni, ma sono molto richiesti anche professionisti audio e video, pubblicitari e operatori socio sanitari.
Per qualcuno potrebbe risultare sorprendente, ma i rami dell’ottica e quello dell’astrofisica sono anch’essi in espansione, per non parlare delle energie rinnovabili in cui il governo delle Canarie sta investendo molto.

Diventare imprenditori
Chi ha un po’ di denaro da investire e assume manodopera locale è decisamente il benvenuto. Con un capitale dai 50000€ in sù e assumendo minimo tre dipendenti, si rientra nella ZEC (Zona Especial Canaria), che è tra le aree con il più vantaggioso sistema di tassazione d’Europa, in un paese dove la pressione fiscale è già bassa di per sè. In più la fibra ottica si sta diffondendo a macchia d’olio e ben presto raggiungerà ogni angolo delle sette isole dell’arcipelago. Sono infine molto diffusi gli spazi di coworking, che permettono di avere un ufficio a un costo bassissimo. È una risorsa molto utile, da non sottovalutare, almeno per i primi tempi.

cliccalavoro_button (1)
Commenti
  1. Ruggero Vendramin
  2. A.F.M. ITALY
  3. Frida
  4. giuseppe capaccio
  5. daniele malagoli

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies