Lavorare in un villaggio canadese: tutto quello che c’è da sapere

Siete stanchi della solita vita in città e vorreste trasferirvi lontano da tutto e tutti, magari andando a lavorare in un villaggio canadese? Vi starete a questo punto chiedendo perché vi proponiamo il Canada come prossima meta lavorativa…

Perché il Canada è considerato una delle nazioni con la miglior qualità della vita e – per l’aspetto lavorativo – uno dei 10 paesi più felici in cui lavorare.

Ma lavorare in un villaggio canadese non è semplice come sembra: ecco tutto quello che c’è da sapere per costruirsi la propria opportunità di rinascita lavorativa – ma anche esistenziale!

Lavorare in un villaggio canadese… al freddo

L’estremo nord del Canada è sicuramente una delle zone più fredde di tutto il Pianeta, si registrano minime di -60°C e massime che sfiorano a malapena gli 0°C in estate. Scendendo di latitudine la situazione cambia, specialmente nelle grandi città, complici le attività dell’uomo, le temperature si aggirano tra i -20°C in inverno e intorno ai 15°C in estate.

Il visto per il Canada

Come la maggior parte dei Paesi nel mondo è necessario dare una spiegazione della propria visita e se volete restare dovrete riuscire a ottenere un visto lavorativo. Ci sono due modalità attraverso cui è possibile richiedere questo documento.

1) Avete un contratto di lavoro o una promessa di lavoro rilasciata da un’azienda.

In questo caso viene rilasciato un permesso di lavoro valido solo per quel determinato lavoro e per un tempo limitato. Alla scadenza sarà necessario ripresentare la domanda allegata nuovamente con il contratto di lavoro offerto dal titolare dell’azienda.

lavorare in un villaggio canadese

2) Non avete nessuna promessa di lavoro. Questa è certamente la condizione più diffusa, soprattutto se state decidendo di cambiare vita lavorativa all’improvviso.

In questa situazione sarà più difficile ottenere il visto, ma non sarà certo impossibile: dovrete, prima di tutto, fare domanda all’ambasciata canadese e svolgere un test, nel quale bisognerà raggiungere un punteggio di almeno 67 per ottenere il visto. Il test si basa su 6 fattori di selezione: età, educazione, conoscenze linguistiche, esperienza lavorativa, adattabilità e la disponibilità offerta per diversi tipi di lavori.

Trovare casa

Ovviamente dovrete trovare un alloggio, a meno che non sia il vostro datore di lavoro a offrirlo. I prezzi degli affitti nelle grandi città come Toronto si aggirano tra i 350-900 euro per appartamenti con una stanza. Naturalmente se seguite il nostro consiglio di andare a lavorare in un villaggio canadese, piccolo e meno frequentato da turisti, sarà possibile riuscire a cavarsela con una cifra che si aggira tra i 150 e i 300 euro.

Imparare a conoscere la cultura locale

Mettetevi d’impegno e imparate gli usi e i costumi del posto: vi aiuterà a integrarvi prima. Inoltre cercate di conseguire un titolo che attesti la conoscenza della lingua. Ci sono vari test di questo tipo riconosciuti a livello internazionale (B1, B2, First…), oppure potreste seguire un corso online per aumentare la confidenza con la l’inglese e il francese.

Sapersi adattare

Una volta presa la decisione di lavorare in un villaggio canadese è bene organizzarsi con molta cura e puntigliosità, per evitare imprevisti che potrebbero compromettere il vostro soggiorno. Potrebbe capitare per esempio un’improvvisa nevicata e ciò causerebbe gravi problemi per gli spostamenti. Inoltre la maggior parte dei lavori disponibili riguardano principalmente l’agricoltura e la pesca.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies