Trasferirsi a Dubai: 5 consigli per partire il prima possibile

La capitale degli Emirati Arabi, affascinante e vivace, è a tutti gli effetti una città “occidentale”. Nell’ultimo decennio è diventata una delle mete più ambite del globo per chi decide di traferirsi all’estero per cambiare vita e cercare fortuna.

5. Multiculturalità e convivenza pacifica
Dubai conta 2.750.000 abitanti secondo l’aggiornamento di marzo 2017, un dato che non ti sorprenderà essendo una metropoli. Quello che forse non sai è che il 90% dei residenti è straniero e vi convivono pacificamente molte culture diverse per tradizioni, religioni e costumi. C’è un grande rispetto verso il prossimo, quindi non temere che potresti avere delle difficoltà a farti accettare. La multiculturalità è un valore che puoi contribuire ad accrescere con le tue esperienze e competenze.

4. Costo e stile di vita
I media tendono a proporre l’immagine di una città popolata da nababbi e persone ricchissime che si godono la vita tra club, macchinoni e ville sfarzose. Si tratta di un punto di vista “minoritario”, poiché il costo della vita a Dubai è inferiore a quello italiano e gli stipendi sono più elevati. Per esempio si può risparmiare privilegiando prodotti locali, facendo spesa negli ipermercati e vivendo in zone residenziali dai prezzi più accessibili.

3. Libertà nel vestire
Dubai è vittima di pregiudizi sull’abbigliamento delle donne perché si trova in un Paese islamico. In realtà qui è vietato solo il topless in spiaggia, ma non c’è alcuna legge che regolamenta il dress code. L’unico limite è il buon senso. Per esempio in ufficio è consigliato un abbigliamento sobrio, mentre i locali modaioli ne richiedono uno curato. Un maggior riguardo va mantenuto se ci si reca nella città vecchia, dove tacchi a spillo e minigonne non sono ben accetti.

2. Molta sicurezza e poca burocrazia
In questa città il livello di sicurezza è estremamente elevato, visto che sono in vigore delle pene severissime. Si può lasciare la porta di casa aperta o le chiavi nell’auto senza correre rischi; anche le donne possono girare di notte in tranquillità senza la paura di essere aggredite. Dubai è molto avanti anche dal punto di vista della burocrazia, snella e veloce, che consente di portare avanti progetti che in Italia sono “tecnicamente” impensabili.

1. Lavoro e meritocrazia
Le opportunità di lavoro qui non mancano, anzi, ci sono ottime prospettive di inserimento e guadagno nei più svariati settori. non importa che tu sia un operaio o un avvocato, perché con impegno e professionalità potrai crescere velocemente. A Dubai esiste una cosa che noi italiani possiamo solo immaginare: la meritocrazia. Ciò significa che se vali sarai stimato e lavorerai molto. In caso contrario ti conviene acquistare un biglietto di andata e, soprattutto, di ritorno.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies