Vivere low-cost: 7 consigli per iniziare a risparmiare

Vivere low-cost vi consentirà di risparmiare delle cifre significative; fare questo è molto semplice, vi basterà seguire dei piccoli accorgimenti e usufruire della rete per venire a conoscenza dei numerosi servizi che ci sono a disposizione o di particolari sconti per risparmiare ulteriormente.

vivere low-cost

Ecco di seguito alcuni consigli per vivere low-cost.

Migliorare la qualità degli spostamenti

Abbandonate l’auto a vantaggio di soluzioni più economiche e attente all’ambiente. Quando il tempo lo permette spostatevi in bicicletta, vi manterrete anche in forma.

In alternativa utilizzate i mezzi pubblici, che offrono vantaggiosi abbonamenti e vi aiuteranno ad abbattere le spese dell’auto, della benzina e dei parcheggi.

Controllate e riducete le bollette

Per risparmiare decine di euro al mese utilizzate lampadine a risparmio energetico e spegnete gli apparecchi elettronici inutilizzati senza lasciarli in stand-by.

Aprite i rubinetti dell’acqua soltanto per il tempo necessario e montate dei frangi-flusso per ridurne il consumo. Sceglete un piano telefonico combinato per telefono fisso, cellulare e connessione Internet.

Cambiate il modo di fare la spesa per vivere low-cost

Affidatevi ai negozi online per acquistare i prodotti più costosi, ma al 30% in meno. Partecipate ai GAS (gruppi di acquisto solidale) della vostra città, in cui si riuniscono le persone che comprano insieme all’ingrosso beni alimentari e di uso comune, da redistribuire tra loro. Ai mercatini dell’usato troverete di tutto a prezzi competitivi.

Modificate le vostre abitudini alimentari

Non acquistate cibi pronti, ma cucinate il più possibile da soli. Se non siete in grado di farlo, sforzatevi di imparare 2 ricette al mese: alla fine dell’anno sarete già dei piccoli chef. Se avete un orto o una terrazza condominiale, nel tempo libero coltivate gli ortaggi e l’insalata per avere cibi sempre freschi e genuini.

Rispettate l’ambiente

Risparmiate e aiutate l’ambiente con i prodotti alla spina che offrono molti supermercati: dai detersivi al latte e all’acqua, per ridurre il consumo di plastica e cartone dei contenitori. Privilegiate i prodotti locali a km0, che sono rintracciabili, freschi e più convenienti. Acquistandoli direttamente dalle imprese agricole risparmierete oltre il 30%.

Riparazioni? Fate da voi

In casa potete realizzare tantissimi prodotti di uso quotidiano che normalmente acquistate. Esistono siti online dove imparare a realizzare da soli detersivi, deodoranti, anticalcare e persino i loro stessi dosatori. In rete si possono inoltre trovare decine di utili consigli e istruzioni per qualsiasi tipo di bricolage, dal casalingo al culinario.

Cercate di utilizzare le risorse gratuite

Oggi in rete si trova di tutto senza spendere un euro e i codici sconto di molti prodotti: si trovano in regalo oggetti che non servono più, ci sono siti dove barattare oggetti inutilizzati con qualcosa di più utile. Esistono anche siti per lo scambio di ospitalità gratuita ci mentre sono sempre più numerosi anche su Facebook i gruppi di Scambio/Vendo/Regalo a…: cercate quello della vostra città.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies