Cibi che tirano su, come avere la felicità

cliccalavoro_button (1)

Se di ritorno dalle vacanze oppure nei cambi di stagione vi sentite tristi e irritabili, sappiate che è tutto normale. La dieta non influisce solo sul metabolismo ma anche sull’umore. Ecco, allora, una lista di cibi che tirano su dei quali non potrete fare a meno.

Gli influssi della dieta sull’umore
Secondo una recente ricerca realizzata dall’Università di Manchester, la dieta influirebbe molto sull’umore di una persona. La ricerca condotta su oltre 46mila soggetti ha dimostrato come il miglioramento del proprio piano nutrizionale e l’eliminazione dello junk food in favore di materie prime fresche, influisce in modo positivo non solo sulla salute fisica ma anche su quella mentale. Le persone che si nutrono meglio sono meno ansiose e manifestano in minor misura stati depressivi rispetto a quelle che invece prestano poca attenzione alla propria alimentazione. Ciò è legato a motivazioni chimiche: i prodotti alimentari industriali spingono i tessuti in acidosi causando infiammazioni. Questo porta a squilibri sia del metabolismo che della tiroide con conseguenze negative anche sul peso. I carboidrati raffinati, invece, danno solo un iniziale appagamento ma successivamente scatenano il senso di fame che peggiora l’umore e porta nervosismo e ansia perché aumentano la pressione. Dovete quindi prestare molta attenzione a quello che mangiate, privilegiando soprattutto i cibi che tirano su il morale.

Quali sono i cibi che tirano su l’umore
Secondo la nutrizionista Laura Quinti che presta la sua consulenza presso le Terme di Saturnia, ci sono molti cibi che tirano su il morale e che è bene introdurre quotidianamente nella propria dieta. Un aminoacido essenziale che non deve mai mancare è il triptofano che si trova soprattutto nel riso, nel salmone, nelle patate e nelle uova: migliora l’umore, concilia il sonno e regola il desiderio sessuale. La dopamina incide sul senso di benessere e sulle motivazioni di ognuno di noi. Si trova nel pesce, nei legumi ma anche negli ortaggi a foglia verde e nelle uova. La mancanza di ferro fa percepire una sensazione di stanchezza generale e non favorisce la concentrazione. Per farne una scorta dovete mangiare spinaci, frutti di mare, broccoli, fegato, lenticchie. Il magnesio, che serve ad assicurare un ottimo sonno, si trova nella frutta secca e nelle mandorle in particolare. Per migliorare l’umore niente di meglio di una scorpacciata di vitamina B e B9, ossia l’acido folico. Si trovano nella carne di maiale, nei germogli, nelle patate, negli agrumi e nel cavolfiore. Infine gli acidi grassi Omega3 si trovano nel pesce di mare e aiutano a calmare l’ansia.

cliccalavoro_button (1)