Volete lavorare in banca? I consigli da mettere in pratica

cliccalavoro

Lavorare in banca è, ancora oggi, molto ambito in quanto si tratta di un settore professionale stimolante, ben remunerato e che offre ottime possibilità di carriera. Indispensabili, per lavorare in banca, sono le competenze tecniche e la propensione personale.

Molti ragazzi puntano a lavorare in banca in quanto definiscono tale ambito occupazionale stabile e sicuro, che offre un ottimo stipendio e che permette di lavorare sino alle 17 del pomeriggio. In realtà, oltre ai numerosi vantaggi del lavorare in banca, vi sono enormi responsabilità e la capacità di saper gestire il pubblico.

In più, per poter lavorare in banca è necessario aver acquisito determinate competenze attraverso un percorso di studi mirato.

lavorare in banca

Per lavorare in banca è necessaria una laurea in materie economiche, matematiche, informatiche, giuridiche o relative alla scienze della comunicazione e alla psicologia. La diversità dei percorsi accademici è da riferirsi alle diverse figure che operano in banca.

Inoltre, spesso alla laurea è richiesta un ulteriore titolo professionalizzante attraverso i master di I e II livello. Grazie a essi, il professionista può specializzarsi in un determinato settore. Si pensi a quelli in Credit Management, in Corporate Finance, in Banking Law e altri.

Le figure professionali che operano in ambito bancario sono molto diversificate, a seconda del percorso accademico da essi conseguito. Per esempio, coloro che si occupano di investimenti e mercato mobiliare necessitano di una laurea in materie economiche o matematiche.

Chi si occupa della sicurezza informatica, indispensabile per tutelare i dati e la privacy dei clienti della banca, deve possedere una laurea in informatica. Chi gestisce gli aspetti legali dell’azienda e dei clienti deve essere laureato in giurisprudenza. Per quanto riguarda la funzione di operatore di sportello, invece, può andare bene, indifferentemente, una laurea in uno dei settori sopra citati ma accompagnato da determinate caratteristiche personali.

Caratteristiche personali per lavorare in banca

Lavorare in banca richiede un enorme impegno e responsabilità in quanto si tratta di un settore professionale che si occupa dei dati sensibili del pubblico (coordinate bancarie, ammontare dei risparmi, debiti). Quindi, il requisito essenziale per lavorare in banca è la discrezione, in modo da tutelare i clienti da una eventuale fuga di informazioni private.

Altro requisito indispensabile è la formalità con cui ci si rivolge al pubblico, accompagnata da una certa dose di distacco. Queste caratteristiche, seppur possano sembrare eccessivamente crude, in realtà sono necessarie perché alcuni clienti della banca potrebbero, a fronte di una situazione economica instabile, richiedere, per esempio, un prestito superiore alle loro possibilità.

Oppure, potrebbero richiedere il prelievo di una somma superiore a quella stabilita dal regolamento aziendale. In queste e in altre occasioni, il funzionario di banca deve saper affrontare la situazione. Ciò significa non essere accondiscendente, non farsi impietosire e mantenere il giusto rigore affinché le regole aziendali vengano rispettate nella loro totalità.

cliccalavoro
Commenti
  1. Laura Marchesi
    • Cliccalavoro