Social e Lavoro, perché fare attenzione ai propri profili

cliccalavoro_button (1)

Dovete fare attenzione alle interazioni tra social e lavoro. Infatti la vostra sfera professionale e quella privata devono essere ben distinte per evitare spiacevoli conseguenze.

Foto compromettenti
Una festa in compagnia dei vostri amici suscita certamente emozioni e risate tra le persone che vi conoscono. Nell’ultima foto condivisa sui social network mostrate un boccale di birra e l’aria sbarazzina dell’individuo che vuole regalarsi una serata all’insegna del divertimento. Quando andate all’appuntamento per il colloquio di selezione il reclutatore avrà quasi sicuramente osservato il vostro profilo facebook e noterà poca serietà, anche se magari si tratta di una banale ed innocente serata di allegria.

Non postare a tutte le ore
In molti casi la pubblicazione di post e di foto sui profili social è costata addirittura il posto di lavoro. Infatti si stanno moltiplicando i licenziamenti che prendono come prova dell’avvenuta distrazione proprio l’orario degli elementi presenti nella bacheca. Postare un messaggio pubblico durante il turno assegnato potrebbe essere un gesto che viene interpretato come la pistola fumante a testimonianza del vostro scarso rendimento, facendovi immediatamente cacciare.

Social e lavoro: utilizzo consapevole
Social e lavoro sono in stretta correlazione e spesso si tratta di vere e proprie opportunità. Infatti mettersi in mostra con un profilo sulle piattaforme di ricerca del personale può essere utile per farvi conoscere dalle aziende. Linkedin per esempio offre numerosi vantaggi e caricare il vostro curriculum online vi consente di essere cercati da chi concretamente sta avviando fasi di selezione del personale. La rete è una risorsa inesauribile e, ben utilizzata, può dare risultati importanti sia a coloro che cercano un posto di lavoro sia alle imprese che devono trovare candidati adatti per mansioni specifiche.

Essere aperti mentalmente
State cercando lavoro? Quando il dirigente dell’azienda dove andrete a fare il colloquio aprirà il vostro profilo dovrà trovarsi di fronte una persona seria e soprattutto aperta mentalmente. I discorsi contro gli immigrati, contro le persone omosessuali o contro minoranze etniche possono essere deleteri. Provate a immaginare cosa potrebbe succedere se colui che deve assumervi è straniero e trova in rete i vostri sproloqui contro le persone di nazionalità diversa. L’apertura mentale è una dote molto apprezzata dalle aziende perché dimostra predisposizione a conoscere.

cliccalavoro_button (1)