Tipi di colleghi: dal socievole burlone al saccente narcisista

C’è chi sogna di diventare un influencer e chi invece spera di guadagnare facendo shopping ma la realtà lavorativa di milioni di italiani è ben diversa. Ore passate in ufficio, in fabbrica, in cantiere o in un esercizio commerciale con colleghi di lavoro non sempre simpaticissimi. L’unica cosa da fare è armarsi di buona pazienza e tanto self control per riuscire a instaurare rapporti civili e cordiali con tutti, anche con chi ce la mette davvero tutta a mostrarsi insopportabile. Diversi i tipi di colleghi in cui ci si può imbattere, bisogna solo capire come riuscire a prendere ognuno per il verso giusto.

Tipi di colleghi: 5 personaggi in cui ci si può imbattere sul luogo di lavoro

I due tipi di colleghi molto diffusi in qualsiasi genere di ambiente lavorativo sono il pettegolo chiacchierone e il socievole burlone. Il primo lo si riconosce immediatamente e ogni luogo di lavoro ne ha almeno uno: parla tanto soprattutto degli affari personali degli altri. Può risultare una persona piacevole e con cui scambiare quattro chiacchiere purché non si alimenti in alcun modo la sua innata curiosità e non si spettegoli insieme a lui degli altri colleghi.
Il socievole burlone è invece il collega che ognuno vorrebbe avere. Simpatico, sempre con la battuta pronta e disponibile a sollevare gli animi quando tutto sembra andare per il verso sbagliato.
Il pacifistainvece, non parla mai male, non spettegola su nessuno, sempre disponibile ad aiutare chi si trova in difficoltà e in caso di litigi fa di tutto per far tornare il sereno
Il saccente narcisista si fa subito notare per la sua presunzione e perché pensa di conoscere tutto. Una persona davvero irritante che va semplicemente ignorata se i suoi modi di fare diventano arroganti.
Il criticone, nato per fare polemica su tutto e tutti. Le sue critiche, il più delle volte, sono inutili e per nulla costruttive. A perdere la pazienza con lui ci vuole un attimo quindi l’unica cosa è armarsi di tantissima pazienza e autocontrollo.

Consigli su come comportarsi con i colleghi insopportabili

Esistono alcuni tipi di colleghi davvero irritanti con cui interfacciarsi diventa estremamente complicato. È importante però prima di puntare il dito verso gli altri fare un po’ di autocritica. Isolarsi o litigare con tutti non è certo la strada giusta. Bisogna, come prima cosa, lavorare su sé stessi e rivolgersi agli altri, anche ai colleghi più insopportabili, in maniera sempre garbata e gentile che si tratti di chiedere una semplice penna o di chiarirsi su una questione irrisolta o un comportamento fastidioso. E se il collega in questione non cambia atteggiamento e non si riesce a trovare un punto di incontro? Non rimane altro da fare che ridurre il più possibile il contatto e il dialogo limitandosi al semplice saluto.

cliccalavoro_button (1)