Unicef nel mondo, gli italiani della next gen a sostegno del progetto

cliccalavoro_button (1)

A diffondere e supportare Unicef nel mondo ci sono 33 talenti della Next Generation. Grazie al loro impegno si può dare una mano a bambini e giovani vulnerabili in tutto il globo. Potete partecipare anche voi.

Unicef nel mondo e Next Generation Italia
Un gruppo di 33 talenti under 40 ha deciso di mettere il proprio impegno, ma soprattutto le proprie abilità e professionalità, a disposizione dei bambini. Hanno cominciato a sostenere Unicef nel mondo per aiutare l’organizzazione a raggiungere un numero maggiore di giovanissimi e attuare i programmi di istruzione, salute e protezione. Sono questi gli obiettivi che accomunano i talenti italiani e Unicef. La Next Generation però è aperta e anche voi potete entrare a far parte del gruppo e dare il vostro contributo.

Il progetto in Libia
La prima attività che ha stimolato la creazione del gruppo della next gen arriva dalla Libia. Si tratta di Unicef Innovation Labs, campi dedicati ai giovani rifugiati siriani e palestinesi ma anche ai coetanei libici vulnerabili. Lo staff di Unicef nel mondo, con l’aiuto dei talenti italiani, sta portando avanti un programma di studio e di formazione alternativo e innovativo per dare ai bambini e agli adolescenti competenze e opportunità per riuscire a crearsi una vita dignitosa e in futuro avere le abilità per trovare lavoro. Da questa esperienza è iniziato il percorso con i talenti e voi potete partecipare attivamente.

Cosa fanno i talenti per Unicef nel mondo
Vi starete chiedendo quale sia il loro impegno. Il gruppo si è strutturato in una vera e propria squadra di lavoro dividendosi i compiti. Non operano sul campo, ma aiutano Unicef nel mondo raccogliendo denaro utile al sostegno dei progetti e sensibilizzando sui temi più importanti come l’educazione, la salute e la tutela dei più piccoli e dei più deboli. La next gen pensa a portare innovazione in queste azioni, così da ottenere più attenzione e diffondere maggiormente i programmi dell’organizzazione mondiale dell’infanzia.

Cosa potete dare voi
Il primo supporto che Unicef nel mondo vi chiede è senz’altro un contributo economico, ma potete fare di più. Se siete in linea con l’età e volete impegnarvi più a fondo entrate nel gruppo. Trovate il vostro spazio tra i talenti e mettetevi in gioco con competenze e capacità per innovare e informare le persone creando e partecipando a iniziative di vario genere. Lo scopo è quello di raccogliere fondi e di diffondere notizie sulle attività dell’Organizzazione per fare in modo che il mondo prenda coscienza dei problemi legati all’infanzia, specialmente quelli che interessano i Paesi più poveri e le nazioni in guerra.

cliccalavoro_button (1)