Video colloquio, come cambia la ricerca di lavoro

Una brillante start up italiana ha elaborato una moderna applicazione in grado di far incontrare domanda e offerta di lavoro mediante un video colloquio per la selezione del personale.

Dal curriculum al video colloquio: ecco come cambia la ricerca del lavoro
Sono sempre più numerose le imprese che vi chiedono di non consegnare manualmente il vostro curriculum vitae, specialmente in questo periodo di pandemia. Un tempo per cercare lavoro occorreva presentarsi al cancello della ditta, suonare il campanello e aspettare che la segretaria registrasse la candidatura. Dopodiché iniziava la fase dell’attesa per il riscontro telefonico e successivamente per il colloquio vero e proprio. Oggi i principali brand, dai supermercati fino alle aziende di produzione, selezionano il personale ricorrendo a mezzi estremamente più moderni. Addirittura ci sono realtà che appaltano tutto il processo di reclutamento ad agenzie interinali ed altri intermediari. Tutto ciò però ha un costo che può essere eliminato grazie all’invenzione elaborata da una start up italiana che permette di candidarsi tramite un video colloquio.

pexels.com

Il progetto della start up
Una moderna start up italiana di nome CVing ha progettato una piattaforma multimediale per le candidature, che riesce a mettere in relazione la domanda di lavoro e l’offerta. Si tratta di un video colloquio nell’ambito del quale il candidato viene sottoposto a una serie di 5 domande. Potete decidere di collegarvi e registrare il vostro colloquio quando volete ma una volta attivata l’applicazione dovrete portare fino in fondo il piccolo esame di valutazione sperando di essere piaciuti al reclutatore. Per rendere ancora più semplice l’intermediazione, al vostro profilo verranno assegnate automaticamente da un algoritmo le posizioni aperte che maggiormente vi rispecchiano. L’impresa invece vedrà sul proprio portale l’elenco degli aspiranti lavoratori che sono più idonei alla mansione ricercata.

Il “Digital Talent Day”
Al fine di presentare l’applicazione del video colloquio, la start up CVing ha deciso di organizzare il “Digital Talent Day“. Hanno partecipato all’iniziativa nomi come Lidl, Gruppo Montenegro, KPMG Italia e moltissimi altri brand di differenti settori merceologici. Le aziende si sono messe a disposizione per l’esperimento ed è stata creata una sorta di mappa virtuale con i profili che le imprese cercavano veramente. Ogni candidato aveva la certezza di ricevere al termine del video colloquio un feedback, sia che fosse stato positivo sia che l’esito fosse stato invece negativo. La manifestazione è pienamente riuscita e i dirigenti di CVing hanno scelto di riproporla, con l’obiettivo di far conoscere e diffondere questa preziosa applicazione.

cliccalavoro

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *