Space X, materiali scientifici lanciati nello spazio

cliccalavoro_button (1)

La vostra vita potrebbe dipendere da Space X. La capsula Dragon è diretta alla stazione internazionale e porta mini-organi umani allo scopo di capire processi cruciali che avvengono sulla Terra.

Materiale scientifico sulla Space X
La capsula Dragon della Space X ha viaggiato nello spazio per raggiungere la stazione internazionale. Ha portato un carico molto prezioso. Tra i materiali scientifici trasportati ci sono anche mini-organi umani su chip. Sapete a cosa servono? La Nasa ha concepito la missione allo scopo di studiare malattie e sperimentare farmaci.
L’istituto nazionale della salute degli Stati Uniti d’America vuole condurre alcuni esperimenti che potrebbero in futuro migliorare le vostre condizioni sanitarie. Le cellule umane verranno analizzate in una matrice tridimensionale, così da le malattie con la microgravità. Questo lavoro potrà dare risultati irraggiungibili sulla terra.

Il ruolo dell’Italia
La collaborazione dell’Italia nella missione di Space X è fondamentale. Infatti a organizzare l’esperimento è l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. All’interno della stazione spaziale gli scienziati esamineranno il comportamento delle cellule che portano all’invecchiamento.
State sperando di rimanere sempre giovani? Forse non si otterranno risposte su questo particolare aspetto, tuttavia gli esperti confidano di riuscire a stimolare reazioni ad alcuni effetti. Ad esempio i disagi cardiaci, la perdita del tono muscolare e le malattie neuro-degenerative. Non si lavora solo sulla salute.

Gli esperimenti scientifici
Space X ha portato nello spazio svariati materiali scientifici, perché gli esperimenti in corso toccano molti ambiti. Un altro importante attività sarà la misurazione dell’anidride carbonica presente sulla Terra. Vi chiedete perché? Per conoscere lo sviluppo e gli effetti del cambiamento climatico, il tutto visto dallo spazio.
Grazie a un bioreattore gli scienziati cercheranno di verificare se le alghe possano diventare un alimento per gli astronauti impiegati in missioni lunghe. Insomma, si tratta di un’iniziativa fondamentale per l’umanità. A seconda dei risultati ottenuti si potranno prevedere grandi cambiamenti per la Terra e per i suoi abitanti.

Lo studio delle stelle
Come potete pensare non si va nello spazio senza occuparsi di stelle. In particolare di asteroidi e comete. Space X ha portato a destinazione strumenti utili a raccogliere le polveri cosmiche. Si useranno per studiare la formazione delle stelle.
In questo modo si riusciranno a scoprire nuovi elementi che regolano lo spazio, anche in relazione alla Terra. Prima di poter conoscere i risultati ci vorrà un po’ di tempo, ma gli organizzatori della missione sono fiduciosi di arrivare alla meta e di raccogliere dati molto importanti.

cliccalavoro_button (1)