Teatro e cultura al centro della giornata mondiale del teatro

Teatro e cultura al centro della giornata mondiale del teatro

Il 27 marzo si celebra la giornata mondiale del teatro. L’appuntamento è stato istituito nel 1961 e ancora oggi viene organizzato in moltissimi paesi, tra cui anche l’Italia, proponendo attività specifiche ed eventi a tema.

Come nasce la giornata mondiale del teatro

La proposta per l’istituzione ufficiale della giornata mondiale del teatro venne formulata da un drammaturgo di origini finlandesi di nome Arvi Kivimaa. Per risalire alle origini della giornata mondiale del teatro quindi dovete andare indietro nel tempo fino al lontano 1961. Nella capitale austriaca venne promosso il IX° Congresso mondiale per il teatro e fu proprio nell’arco della discussione congressuale che venne lanciata l’idea.

Il soggetto che si occupò materialmente di organizzare il Congresso era l’Istituto Internazionale del Teatro. Questo ente venne creato nell’anno 1948 dall’Unesco, l’organizzazione che opera per conto delle Nazioni Unite nell’ambito della scienza, dell’educazione e, appunto, della cultura.

Grazie al lavoro di importanti personaggi di spicco nel panorama teatrale emerse la necessità di fissare una ricorrenza mondiale durante la quale promuovere con regolarità alcune iniziative finalizzate alla diffusione delle idee di amicizia tra i differenti popoli e di sviluppo dell’arte teatrale.

Una data per dialogare e per riflettere

L’esordio per la giornata mondiale del teatro fu nel 1962, un anno dopo l’ufficializzazione al Congresso che si tenne a Vienna. La data del 27 marzo è rimasta fissa in tutti i paesi. All’interno dell’Istituto Internazionale del Teatro sono rappresentate oltre 100 nazioni. Gli scambi culturali ormai sono all’ordine del giorno, anche perché molti confini non esistono più, basti pensare alla comunità europea.

Per esempio questa tematica è notevolmente importante. Un tempo c’era maggiore difficoltà a comunicare vicendevolmente tra Paesi. Adesso addirittura ci sono finanziamenti europei specifici per la disciplina teatrale. I progetti comuni che mirano ad unire e diffondere l’arte in modo capillare rientrano esattamente nelle linee tracciate dai presupposti della giornata mondiale del teatro.

Il messaggio internazionale

Ogni anno viene incaricato un personaggio, che rappresenta il mondo del teatro o della cultura in generale, per scrivere un messaggio. Il testo viene successivamente tradotto in moltissime lingue. La lettura del messaggio avviene in concomitanza con gli spettacoli previsti nei teatri di ogni parte del mondo, proprio nella data in cui ricorre la giornata mondiale del teatro. Tra gli autori di questo importante messaggio c’è stato il poeta Pablo Neruda nel 1971, il regista italiano Luchino Visconti nel 1973 e nel 2013 è stata la volta del celeberrimo Dario Fo.

cliccalavoro